Eros dolceamaro

Saffo, Lacan e il fantasma del desiderio

Autori

  • Salvatore Renna

DOI:

https://doi.org/10.14672/20211855

Parole chiave:

Saffo; Suicidio; Pavese; Yourcenar; Lacan; Desiderio

Abstract

Il saggio è incentrato sulla ricezione di Saffo e, in particolare, sulla tradizione che vede la poetessa antica morire suicida per l’amore non corrisposto di Faone. Dopo aver ricostruito i principali nuclei tematici della poesia saffica e le principali tendenze della sua ricezione, lo studio si concentra su due riscritture moderne: il dialogo Schiuma d’onda, all’interno dei Dialoghi con Leucò (1947) di Cesare Pavese, e Sappho, ou le suicide, ultimo componimento della raccolta Feux (1936) di Marguerite Yourcenar. In particolare, attraverso il confronto tra questi testi e la teoria del desiderio sviluppata da Jacques Lacan, si mostrerà in che misura il suicidio della poetessa diviene per i due autori l’occasione per una rappresentazione della natura negativa del desiderio, la cui caratterizzazione mostra un’evidente risonanza con la teoria lacaniana. Così, attraverso la comparazione tra quest’ultima e le due opere, verranno analizzati i più importanti nuclei simbolici condensati intorno alla biografia di Saffo e al suo suicidio.

##submission.downloads##

Pubblicato

2021-12-17

Fascicolo

Sezione

Desiderio di narrazione, narrazioni del desiderio